Oplonti

Tours

Gli scavi di Oplontis si trovano al centro della moderna città di Torre Annunziata. Il nome Oplontis è attestato unicamente nella Tabula Peutingeriana, copia medioevale

di un'antica mappa relativa alle strade esistenti in Italia all'epoca dell'Impero Romano.
In questa carta il toponimo Oplontis indica alcune strutture posizionate tra Pompei ed Ercolano. Pertanto, è stata attribuita ad Oplontis una serie di rinvenimenti archeologici, che in realtà sono relativi ad una zona suburbana di Pompei: una villa residenziale, la villa 'di Poppea'; una 'villa rustica' attribuita a L. Crassius Tertius, nella quale, accanto a numerosi corpi di vittime dell'eruzione, è stata rinvenuta una notevole quantità di monete in oro e argento, assieme a numerosi pezzi di finissima oreficeria; una struttura termale, presso l'Oncino, sotto le attuali Terme Nunziante, attribuito da A. Maiuri al console M. Crassus Frugi. Il monumento principale, unico visitabile, è la villa 'di Poppea' inserita tra i beni che l'UNESCO ha definito " Patrimonio dell'Umanità": grandiosa costruzione residenziale della metà del I secolo a.C., ampliata in età imperiale, era in corso di restauro al momento dell'eruzione. È attribuita a Poppaea Sabina, seconda moglie dell'imperatore Nerone, ma in ogni caso rientrante nel patrimonio della famiglia imperiale. Il primo scavo ufficiale nel sito della villa A (località Mascatelle) di Torre Annunziata fu intrapreso nel Settecento, quando fu scavato un cunicolo dal canale Conte di Sarno, tuttora visibile al limite meridionale dell'area archeologica. Lo scavo, condotto dall'architetto militare Francesco La Vega, fu abbandonato a causa dell'aria mefitica e la galleria chiusa. Nel 1839 fu effettuato un piccolo scavo a cielo aperto nell'area del peristilio del quartiere servile, rinvenendo la fontana del giardino. Da qui furono praticati alcuni stretti cunicoli, che raggiunsero l'area immediatamente più ad est, costituita dal monumentale passaggio con panche in muratura e dal porticato parallelo ad esso. Nel 1840 gli scavi furono sospesi, per mancanza di fondi, ma, riconosciuta l'importanza archeologica del sito, esso fu acquisito dallo Stato.



Tour Le Bellezze di Oplonti Villa di Poppea

La villa di Oplontis si trova all’interno della moderna città di Torre Annunziata, a circa tre kilometri in linea d’aria dall’antica Pompei. Si suppone che solo i due terzi dell’intera villa siano stati portati alla luce. E’ un grandioso complesso residenziale, con circa novanta ambienti, che fu edificato lungo la costa campana e conserva i più straordinari affreschi rinvenuti nell’area vesuviana. La visita guidata parte dal giardino settentrionale in parte ripristinato, com’è avvenuto in diversi edifici a Pompei, prosegue nell’area termale e in tutti gli ambienti meridionali con suggestivi affreschi in II e III stile. Un lungo porticato porta all’atrio patronale e a quello servile, nei pressi del quale ci sono le perfettamente conservate latrine. Attraverso un ampio e lungo corridoio si passa al peristilio orientale circondato da ambienti finemente decorati, al centro del quale fu costruita un’immensa natatio circondata da statue bronzee e marmoree.

• trasporto
• guida
• Biglietti d’ingresso alla Villa Oplontis / Via Sepolcri, Torre Annunziata
• Degustazioe


Durata del Tour: 2 ore
Guida Turistica: In ogni Lingua
Servizio di trasporto: Transfers/A piedi
Servizi Tour: Ticket Ingressi

 

Sei interessato? Contattaci

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter per restare sempre aggiornato sulle nostre iniziative. Prestigio Italia, un mondo di opportunità!
Terms and Conditions